Shadows House 1 – Prime Impressioni

Dopo l’arrivo in Italia di Kuro, J-Pop Manga ci regala un’altra opera di Somato, Shadows House.

Ha debutto in Patria nel 2018, ma nel nostro Paese il primo volume è giunto solo ad Aprile, in un’edizione raffinata ricca di pagine a colori che accompagnano l’inizio e la fine della lettura.

Titolo: Shadows House
Autore: somato
Serie: 8 volumi, in corso
Formato: 12×16.9
Prezzo: 6,50 €

“C’era un luogo in cui viveva una famiglia dai modi aristocratici. Nessuno avrebbe potuto conoscere i visi di quei nobili poiché ne erano privi. Fu per questo che il casato Shadow decise di impiegare delle “bambole viventi”. Esse avevano il compito di servire i membri della famiglia in qualità di loro “volto””.

Somato ci fa immergere con Shadows House in una favola gotica avvolta dal mistero e dai toni cupi. Proprio come ogni favola, il tempo e il luogo sono indeterminati e come protagonisti non abbiamo i soliti principi e principesse ma una regale ombra senza volto, Kate Shadow, e una giovane e allegra bambola vivente, Emilico. Emilico, così come le altre bambole viventi, fungono da volto delle nobili ombre che vivono in una vasta villa, servendole e pulendo dalla loro fuliggine.

Come nella favola di Peter Pan in cui l’ombra si stacca dal corpo e prende vita, qui è utilizzato un espediente simile, ma è l’ombra a fare da padrona mentre il “volto” è il suo servo, ribaltando anche un po’ la concezione che si ha di ombra e corpo.

È impossibile distinguere i volti dei membri del casato Shadow. Per questo motivo, il compito delle bambole viventi come me è fare loro da “volto”. – Emilico

Già dal primo capitolo veniamo catapultati nella vita quotidiana di Kate ed Emilico, che si svolge nelle quattro mura della stanza di Kate, in attesa del loro debutto nella società delle ombre.
Infatti l’esistenza delle bambole viventi per il casato Shadow è di estrema importanza, ogni membro viene riconosciuto come “adulto” solo quando accompagnato da un “volto”.

Kate ed Emilico sono l’una lo specchio dell’altra, ma con caratteri completamente diversi. Emilico è una giovane vivace, allegra, instancabile, tenace, pasticciona che nutre una profonda stima ed affetto per la sua padrona, mentre Kate, da ciò che si evince durante la lettura, è molto malinconica e taciturna.

“Al risveglio mi ritrovo circondata da fuliggine. I vestiti sono di un nero intenso, così come lo è il letto. Tutto ciò che sfioro si sporca e sporca e SPORCA…” -Kate

Il luogo in cui la favola è ambientata viene svelato al lettore gradualmente. Si inizia dalle quattro mura della stanza di Kate per poi essere accompagnati, verso i capitoli finali, alla scoperta di alcune aree della villa, come il giardino.

Anche attraverso i disegni, caratterizzati da un tratto sottile e delicato, si riesce a percepire ancora di più quell’area fiabesca che il solo testo non riesce ad evocare a pieno.

Le varie sfumature di grigio che caratterizzano le tavole riescono a render viva la quantità di fuliggine emessa delle ombre che le bambole viventi sono costrette a pulire ogni giorno.

Shadows House è una favola diversa da quelle lette da bambini, avvolta dal mistero e che lascia numerosi interrogativi con questo primo volume (come sono nate le bambole viventi?, chi sono realmente le ombre?).
Una lettura piacevole e che consiglio a chi, come me, è amante delle favole/storie cupe, ricche di mistero, che si allontanano dai soliti stereotipi.

Se volete rimanere sempre aggiornati su tutte le news e le recensioni, vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram.

Fortuna Guastaferro

Sono Fortuna (Fonzi), una studentessa universitaria che nel tempo libero si dedica alla lettura di manga, libri e alla visione di anime. L’amore verso i manga ed anime inizia da bambina quando, ancora ignara di tutto, guardavo i cartoni alla tv con occhi a cuoricino. Solo però al liceo ho iniziato a comprare i miei primi manga e ad avvicinarmi a questo mondo. Per i libri il discorso è un po’ diverso, infatti è fin da bambina che ne leggo, ma non sono, attualmente, una divoratrice di libri come invece di manga. Amo leggere di tutto, ma per quanto riguarda i manga prediligo shojo, shonen e seinen, mentre per i libri il genere fantasy, giallo. Grazie a Michele ho iniziato a scrivere anche io per ComixIsland, ma ad oggi mi dedico esclusivamente al sito e i nostri social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.