Senpai Plus – Intervista a Mangasenpai

Dopo l’annuncio a sorpresa fatto all’inizio del mese di Marzo da Mangasenpai, a Maggio sarà pubblicata Senpai Plus, rivista manga europea.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su Senpai Plus attraverso questa intervista che ci ha gentilmente concesso Mangasenpai.

1) La scelta di creare una rivista dedicata ai manga nel panorama italiano ed europeo è audace. Da dove e come è nata l’idea?

L’idea nacque circa un anno fa. A marzo 2020 avrebbe dovuto uscire il nostro secondo annual “Senpai” con le anteprime dell’anno. Nel 2019 era andato molto bene (lo davamo in omaggio in fiera per acquisti di almeno 10 euro) così volevamo ripetere l’iniziativa. Poi è arrivato il Covid e le idee se l’è portate vie tutte. Ma il progetto è rimasto a decantare, così, quando a dicembre sono state annunciate le riviste delle altre due ce italiane specializzate in manga italiani ci siamo sentiti un po’ “circondati”. Così abbiamo riesumato quel vecchio progetto e lo abbiamo declinato in salsa europea…. che è il nostro piatto forte da circa un quinquennio ormai.

2) Collegata alla prima, Cosa ne pensate delle riviste manga giapponesi.

Sono uno stupendo volano di promozione e pubblicazione per i manga in Giappone. Qui quel concetto va un attimo ricalibrato ovviamente, senza le “derive” suicide delle scadenze di pubblicazione, per esempio. Ma in generale rappresentano sicuramente uno dei più interessanti fenomeni del sol levante.

3) Entrando nel vivo della rivista, come avete deciso di strutturarla ?

Avremo un primo numero a maggio che presenterà storie brevi e la prima delle storie lunghe che appariranno dal numero 1, previsto al momento per ottobre. Abbiamo pensato ad una data così in là più che altro per dare il tempo a chi vorrà intraprendere questa avventura con noi di portarsi avanti, dopo essere stato selezionato, con pagine e capitoli… perchè da ottobre IL MAGAZINE SARA’ MENSILE e durerà un anno intero. 12 numeri fino al Lucca (speriamo che la facciano) del 2023, anno in cui Mangasenpai compirà 10 anni di pubblicazioni. Dopodichè vedremo il da farsi… quel che è certo è che tutte le serie che inizieranno ad ottobre si concluderanno (primo arco narrativo) entro i 12 numeri e quindi avrete tutte opere complete.
Senpai Plus conterrà sempre almeno 5 storie, e si potrà leggere in entrambi i sensi di lettura. Alcune storie saranno in senso occidentale, altre in senso orientale. Al centro del giornale, a dividere il tutto ci sarà il corpo delle rubriche del magazine, e le pagine a colori.

4) Osservando la copertina che avete pubblicato del volume 0 si possono leggere alcune rubriche. Quali sono/saranno?

Nel primo numero di maggio avrete già molti assaggi ma il pieno del comparto redazionale partirà a ottobre. Il vero tema era se volgere l’occhio dei redattori al Giappone, con articoli sul Sol Levante, l’animazione, e i manga originali, oppure se fare riferimento al mercato del manga europeo, che al momento rappresenta la declinazione vera e propria dell’anima del giornale. Nel primo numero parliamo di Europa. Ci sono articoli sulle tipografie di manga, sulle nuove uscite europee, su studi di autori in diversi paesi. Abbiamo molti approfondimenti anche di serie e prodotti Mangasenpai ovviamente, ma ci sarà anche spazio per parlare di autori e opere non ancora conosciute dal pubblico italiano. La vera scommessa di questo magazine è proprio il Tema che sviluppa, quello del manga europeo come realtà di cui anche il manga italiano fa parte. Credo che la domanda “interessa ai lettori un magazine di fumetto manga italiano autoriale” non sia ancora stata correttamente posta…

5) Parlando dei manga che porterete, questi saranno tutti inediti? Che target (Shōnen, Shōjo, ecc…) porterete?

Il target sarà fluido, proprio come stanno diventando oggi le maggiori riviste di fumetto in Giappone. I generi ormai sono roba da boomer, sono superati. Molte ragazze amano gli shonen, amano gli spokon, amano i combattimenti (per i loro motivi, ovviamente, che spesso non sono gli stessi per cui quelle stesse cose piacciono ai ragazzi). E al tempo stesso anche ai ragazzi piacciono le serie romantiche (basta che le misure in tal caso “contino” seriamente!). Nel primo numero avremo Rock’n Punch Rider, che è una serie inedita per Mangasenpai, che il suo autore si è autopubblicato un paio di anni or sono. La proponiamo finalmente al grande pubblico e ne siamo ovviamente super orgogliosi. Avremo due storie brevi one shot di Michelle Tavano e Matteo Manca, due bravissimi autori usciti l’anno scorso dal biennale della LMS, Lucca Manga School, ed entrambi assistenti di The King of Balls. Avremo poi altri due one shot di origine svedese, uno, Sea Girl, a cura dell’autore di Penguin Rumble, e l’altro, Quando chiudo i miei occhi, di Natalia Batista. Una storia toccante e tema sci fi.
Ma le opere non finiscono qui… questo è solo il primo numero. Da ottobre avremo quattro serie regolari (tre italiane e una su licenza straniera che stiamo definendo in questi giorni) ed un one shot per numero. Sul magazine arriveranno nomi decisamente importanti del mondo del manga europeo e vogliamo farveli conoscere tutti.
Ci tengo a precisare, però, che la tentazione di riproporre al vasto pubblico titoli già editi, che magari hanno avuto poca fortuna, per tentarne il rilancio è una procedura che possiamo assolutamente comprendere e condividere.

6) Una delle domande più istintive del pubblico è sicuramente: quale sarà la cadenza della rivista e come mai ?

Sarà mensile… e il perché… beh, ci siamo chiesti se era possibile gestire questo ritmo di pubblicazione e la risposta dei nostri autori è stata “sì”. Quindi… <3

7) La tematica del prezzo è sempre tra le più chiacchierate. Se il prezzo della rivista è quello riportato sulla copertina, come fate a mantenerlo così accessibile?

Per noi è passione, sembra un discorso retorico. Ma non lo è. Col numero zero siamo quasi sicuri che andremo in perdita. Speriamo almeno, quando partiremo coi preordini, di ricevere molto sostegno diretto tramite acquisti sul nostro store http://www.mangasenpai.it ma a noi non piace lesinare sulla qualità. La confezione viene prima di tutto. Le nostre edizioni in tankobon sono molto apprezzate dal pubblico proprio per questo: qualità e attenzione per il dettaglio sono il nostro mantra e credo che anche nel caso di Senpai Plus la logica che guiderà il progetto sarà quella.
Poi vedremo il da farsi con il numero 1. Valuteremo come sono andate le cose e faremo i conti. Non è detto che il prezzo poi si assesti sui 5,90 anziché sui 5 euro…

Ringraziamo nuovamente Mangasenpai per l’intervista concessaci.

Senpai Plus 0

Michele Annunziata

Sono Michele, uno studente universitario che nel tempo libero si dedica ai videogame, alle lettura di manga e alla visione di anime. L'amore per il mondo nerd è nato con Dragon Ball su Italia 1 e la Playstation One. Solo al liceo, grazie ad un amico, ho scoperto che dietro alla maggior parte degli anime si celava un manga e da li è iniziata la mia "rovina". Con gli anni ho coltivato sempre di più questa passione che ha portato a farmi notare da un giornale a tema (ComixIsland) ed a scrivere per loro fino ad oggi. Mi piace leggere per lo più shonen e seinen in ambito manga e negli ultimi anni mi sono interessato ad opere di autori italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.