Oltre le onde – Recensione

Oltre le onde – Shimanami Tasogare è un manga LGBT+ di soli quattro volumi, scritto da Yuki Kamatami e pubblicato nel 2015 da J-Pop Manga. In Italia è arrivato solamente nel 2018.

Titolo: Oltre le onde- Shimanami Tasogare
Autore: Yuki Kamatami
Target: Seinen
Volumi: 4 – Concluso.
Prezzo: 6,50 € cad.

Il protagonista è Tasuku Kaname, un liceale che viene costretto a fare coming out davanti ai suoi compagni di classe per un’episodio sfortunato: scorrendo la cronologia del suo telefono notano immediatamente dei siti pornografici gay.

Il ragazzo, disperato, decide di suicidarsi, ma sembra che una donna stia per precederlo. Provando a salvarla Tasuku scoprirà il “Salotto di Conversazione” di cui è la proprietaria.
In questo salotto incontra persone che stanno insieme non perché diverse, ma perché semplicemente si capiscono e sono come una famiglia.
Haruko è una giovane donna, molto innamorata della sua compagna Saki e sogna un giorno di poterla finalmente sposare; Misora ha solo sedici anni, ma non è sicuro di voler essere un ragazzo; Utsumi invece ha fatto la sua scelta molto tempo fa ed è sicura e fiera di essere un’ uomo; Il signor Tchaiko è un anziano che ama la musica classica, è amico di “Qualcuno” e ha un compagno da oltre trent’anni.

L’ultimo personaggio di cui voglio parlarvi è appunto: Qualcuno.

Lei/Lui non vuole avere etichette o definizioni. È un personaggio effimero che compare e scompare, come una visione. Non parla mai di se e non fa domande, ma sembra conoscere tutte le risposte.

Per Tasuku sarà fondamentale, nell’affrontare la realtà che lo circonda, parlare con “Qualcuno” anche se non sempre la/lo capirà totalmente.

Il tema principale della storia è l’accettazione di se. Accettare di essere omosessuale, trans o asessuale per essere finalmente felice, perché solamente questo conta veramente.

Non importa se le persone non capiscono, non ti accettano o ti vorrebbero diverso da quello che sei. L’importante è essere felice. Senza odiarsi, autopunirsi o nascondersi.

Tasuku accetta se stesso quando capisce di essere innamorato di un ragazzo della sua scuola, sa bene cosa pensa questo ragazzo degli omosessuali, ma comunque quando ha l’opportunità di conoscerlo meglio non si tira indietro.

Ogni personaggio del salotto di conversazione ha la propria storia, i propri problemi e ognuno viene esplorato e questo mi è piaciuto molto. Nessuno è marginale.

I soli disegni, caratterizzati da un tratto delicato e dolce, riescono a far percepire al lettore le emozioni dei singoli personaggi; un aspetto che ho molto apprezzato.

Come il suono che fa uno specchio che si rompe nel totale silenzio.

Si parla tantissimo di tolleranza e dell’importanza delle parole che si usano. Anche le parole dette senza cattiveria o malizia possono ferire il prossimo, per questo bisogna stare attenti a quello che si dice.

Consiglio la lettura di questo bellissimo manga a chiunque, per aprire la mente e imparare a essere più cauti con le persone che non si conoscono. Tutti combattiamo battaglie interne personali in ogni momento della nostra vita; basta sensibilità e rispetto per capirlo.

Una lettura che sa toccare le corde giuste e smuovere emozioni, come le onde del mare.

Se volete rimanere sempre aggiornati su tutte le news e le recensioni, vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.