Mars 1 – Prime Impressioni

Ritorna con una nuova edizione uno degli shōjo degli anni ’90 più amato dal pubblico, Mars di Fuyumi Souryo.

Pubblicato dalla Souryo sulla rivista Bessatsu Friend, edita da Kōdansha, tra il 1996 ed il 2000, grazie a Star Comics gli viene data nuova vita con un’edizione, davvero ben curata, composta da un totale di 8 volumi al prezzo di 8,00 €.

Star Comics - MARS NEW EDITION
Titolo: Mars
Autore: Fuyumi Soryo
Serie: 8 volumi conclusa
Formato: 12.4×18
Prezzo: 8,00 €


“Questo è il primo ritratto che ho disegnato, il modello è un ragazzo di diciasette anni. Ho intitolato quest’opera Mars. Mars ha un duplice significato, è il nome del pianeta rosso ma anche quello di un’antica divinità della guerra”

Come in un qualsiasi shōjo manga che si rispetti il tutto ha inizio da un incontro casuale tra il diciasettenne Rei Kashino, un ragazzo molto popolare, e la sedicenne Kira Aso, una ragazza riservata, alla quale chiede indicazioni per raggiungere un ospedale.
Kira, intimorita dalla sua reputazione, gli disegna le indicazioni e scappa via. Rei rimane sorpreso da quel comportamento ma non gli da tanto peso fin quando non si accorge che dietro il foglio con le indicazioni vi è un delicato ritratto di una madre con suo figlio. Rei ne rimane affascinato e con occhi nostalgici lo conserva.
Sorte vuole che i due ragazzi sono compagni di classe e Rei spinto dalla curiosità di conoscere l’autrice di quel ritratto si avvicina a lei.
Inizia così una toccante storia d’amore.

Tra i protagonisti attira sicuramente l’attenzione del lettore Rei, amante delle gare motociclistiche e delle donne, che mette in gioco la propria vita in modo sconsiderato, pronto a morire in qualsiasi momento.

“Non preoccuparti per me, anche se morissi non piangerebbe nessuno”

Questo farebbe pensare a lui come una persona incosciente, superficiale, ma si scopre nascondere un animo sensibile e tormentato. Animo che soltanto Kira, una ragazza introversa e amante del disegno, riesce a leggere nel profondo e stringere con lui un rapporto speciale.

“Che strano l’ho sempre trovato terribilmente irritante, eppure le sue parole così dirette mi hanno toccato il cuore. È bastato questo perché quello che ai miei occhi era un atteggiamento odioso diventasse un comportamento affettuoso e quella che mi pareva una persona maleducata cominciasse ad apparirmi solamente un po’ ingenua”

Rei e Kira, li possiamo definire come due facce della stessa medaglia, lui estroverso, sopra le righe, senza peli sulla lingua, senza alcun freno nelle proprie azioni, lei timida, riservata, diligente, ma insieme combaciano alla perfezione. Anche se molto diversi, si scoprono per alcuni versi simili, entrambi, infatti, ad esempio si ritrovano a dover affrontare i tormenti, le angoscie che porta la morte di un familiare.

Ritroviamo elementi tipici dello shōjo manga, come l’ambientazione scolastica, la storia d’amore tra il ragazzo bello e popolare della scuola e la ragazza riservata della classe ma supera il semplice shōjo, la semplice narrazione di una storia d’amore adolescenziale e affronta tematiche molto più profonde e difficili come il bullismo, le molestie sessuali e la morte.
Temi che vengono affrontati e visti da un punto di vista adolescenziale, con tutta l’irruenza e incoscienza che la giovane età porta con sé.

Disegni
I disegni sono caratterizzati da un tratto sottile e poco marcato conferendogli freschezza e modernità (consideriamo pur sempre che ci troviamo negli anni ’90), la stessa che si rispecchia anche nella composizione delle tavole, le quali risultano essere notevolmente dinamiche.
Si nota, inoltre, un certo richiamo all’arte che va dalla presenza dello stile di Gustav Klimt nei disegni di Kira alla scena con la statua di Marte, divinità della guerra, da cui prende il nome anche l’intera opera.

“Mentre baciava la statua di Marte con la luce rossa del tramonto sullo sfondo, era talmente bello da togliere il fiato. Probabilmente lui l’ha fatto solo per scherzo, eppure io mi sono commossa”.

Conclusione
Questo primo volume di Mars è un turbinio di forti emozioni che ti fanno immergere nella lettura dalla quale non vuoi staccarti, ma al tempo stesso cerchi di proseguire lentamente per farla durare più a lungo possibile e restare di più con i protagonisti.
Non è sicuramente un tipico shōjo manga, quindi se siete alla ricerca di una storia leggera, ricca di gioia ed amore non fa assolutamente per voi, ma lo consiglio a chi magari vuole recuperare un bel classico.

Se volete rimanere sempre aggiornati su tutte le news e le recensioni, vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram.

Fortuna Guastaferro

Sono Fortuna (Fonzi), una studentessa universitaria che nel tempo libero si dedica alla lettura di manga, libri e alla visione di anime. L’amore verso i manga ed anime inizia da bambina quando, ancora ignara di tutto, guardavo i cartoni alla tv con occhi a cuoricino. Solo però al liceo ho iniziato a comprare i miei primi manga e ad avvicinarmi a questo mondo. Per i libri il discorso è un po’ diverso, infatti è fin da bambina che ne leggo, ma non sono, attualmente, una divoratrice di libri come invece di manga. Amo leggere di tutto, ma per quanto riguarda i manga prediligo shojo, shonen e seinen, mentre per i libri il genere fantasy, giallo. Grazie a Michele ho iniziato a scrivere anche io per ComixIsland, ma ad oggi mi dedico esclusivamente al sito e i nostri social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.