La Bandiera Giapponese : tutto ciò che devi sapere (Parte 2)

Avrai sicuramente visto la Bandiera Giapponese nei telegiornali, in fotografie o addirittura nelle emoticon di Whatsapp : quella con lo sfondo bianco e il cerchio rosso proprio al centro. In questa seconda parte provvederò a soddisfare tutte le vostre curiosità sul design, l’uso odierno e tanto altro. Stay tuned!

Bandiera Giapponese
La Bandiera Giapponese che sventola con le bandiera della Prefettura di Okinawa e la città di Urasoe |wikipedia

Uso odierno della bandiera giapponese

Contrariamente alla sua onnipresenza oltreoceano, l’Hinomaru non si vede molto spesso in Giappone al giorno d’oggi. Se mai vi dovesse capitare la fortuna di andare in Giappone, la noterete solo su edifici governativi o di proprietà dello Stato, municipi, scuole superiori pubbliche, banche e altri luoghi di carattere civico, soprattutto durante le cerimonie ufficiali e le feste nazionali, non di certo fuori dalla finestra di casa. Questo a causa della reputazione militarista di cui abbiamo discusso nella Prima Parte. Come è d’usanza in molti paesi, la bandiera viene abbassata a mezz’asta (Han-ki 半旗) durante i periodi di lutto nazionale, prendiamo il caso dell‘imperatore Showa che morì nel 1989.

Bandiera Giapponese
Immagine da Wikiwand

Design della bandiera

Il sole gioca un ruolo centrale nella cultura giapponese. Lo Shinto, la religione politeista indigena delle isole, pone grande enfasi sul sole : un esempio lampante è la dea del sole Amaterasu, una delle divinità più importanti dello scenario giapponese, nonché la divinità primaria dello Shinto e la presunta progenie della linea imperiale giapponese. Questo culto del sole, parallelamente alla posizione geografica del Giappone rispetto alla Cina (dalla sua prospettiva, il sole sorge sopra l’arcipelago giapponese) ha contribuito non solo alla scelta del nome del paese, ma anche alla collocazione del sole sulla sua bandiera. 

La ragione per cui sia stato scelto il ‘sole rosso su sfondo biancoè di vecchio stampo, anche se non è sempre stato in uso continuo e non sempre si riferiva al paese nel suo insieme. Il soprannome del Giappone, Terra del Sol Levante, è in uso dall’inizio del VII secolo, quando l’imperatore si riferiva a se stesso come “Imperatore del Sol Levante” nelle corrispondenze ufficiali con la Cina.

I colori, le forme e le proporzioni dell’Hinomaru sono stati precisamente selezionati. Il ‘sole’ al centro è tinto di un colore chiamato beni iro 紅色, che ricorda un tramonto color cremisi, mentre lo sfondo è di un bianco assolutamente puro. Nei santuari Shintō predomina questa combinazione di colori, infondendo un senso di calma e di pace.

Bandiera Giapponese
Bandiera del Giappone | Wikipedia

Varianti della Hinomaru

Il singolo cerchio rosso su sfondo bianco non è l’unica variante della bandiera giapponese anzi, ce ne sono diverse altre viste sia storicamente che attualmente. Entrambi i rami dell’esercito – l’esercito e la marina – usano la “bandiera del Sol Levante”, ma questa aggiunge al sole 16 raggi rossi che partono dal centro ai bordi della bandiera.

La bandiera dell’esercito imperiale giapponese (immagine sotto : la bandiera al centro nella prima fila), in uso dal 1868 alla fine della Seconda Guerra Mondiale, aveva il sole al centro della bandiera ; mentre la variante della Marina imperiale giapponese (immagine sotto : la bandiera a destra nella prima fila), in uso dal 1889 anch’essa fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, aveva il sole leggermente spostato a sinistra. Dopo la guerra, entrambi i rami hanno continuato ad usare le bandiere sventolate nella Seconda Guerra Mondiale con qualche piccola modifica. La bandiera delle Japan Self-Defense Forces (Forze di Autodifesa del Giappone) e delle Japan Ground Self-Defense Forces (Forze di Autodifesa Terrestre del Giappone), gli attuali rami militari di difesa del Giappone, ha ridotto i raggi da 16 a 8, ha reso la bandiera un quadrato e ha aggiunto un bordo dorato intorno (immagine sotto : la bandiera a sinistra nella seconda fila). La neonata Japan Maritime Self-Defense Force (Forze di Autodifesa Marittime del Giappone), d’altra parte, ha semplicemente cambiato il colore della bandiera della Marina imperiale giapponese in un rosso leggermente più brillante, mantenendo il resto invariato (immagine sotto : la bandiera al centro nella seconda fila). Ultimo, ma non per importanza, c’è la bandiera o standard dell’imperatore, adottata nel 1889 che riporta uno sfondo di un netto color rosso e un cerchio color oro con all’interno un fiore dello stesso colore (immagine sotto : la bandiera a destra nella seconda fila).

Bandiera Giapponese

Bandiere in tutto il mondo che sono state influenzate da quella giapponese

Anche se non sortiscono lo stesso effetto come bandiere attivamente presenti come quella americana, britannica o francese, ci sono due paesi che assomigliano all’Hinomaru.

Bandiera Giapponese
Immagine da Wikipedia

Palau : una piccola isola del Pacifico situata a Sud-Est delle Filippine, la cui bandiera ha un cerchio giallo decentrato su uno sfondo blu. Il cerchio giallo rappresenta la luna mentre il blu rappresenta l’Oceano Pacifico. Assomiglia molto a quella giapponese ma i vari funzionari di Palau hanno negato qualsivoglia collegamento con essa.

Bandiera Giapponese
Immagine da Wikipedia

Bangladesh : seguendo il design della bandiera di Palau, quella del Bangladesh pone un cerchio rosso decentrato su uno sfondo verde. Inizialmente, il cerchio rosso era contornato di giallo, simbolo del paese stesso, per poi venir rimosso alla revisione della bandiera nel 1972. Il verde simboleggia la rigogliosità del verde nel paese, mentre il rosso sta per il sangue versato dai bengalesi durante la loro guerra di liberazione. Di nuovo, non c’è alcun collegamento ufficiale con la bandiera giapponese.

Bandiera Giapponese
Mappa delle bandiere delle Prefetture giapponesi |mapmania

Conclusione

In Giappone ti capiterà di adocchiare bandiere del tutto diverse da quella nazionale, come quella di Tokyo, Osaka, Okinawa, Fukuoka e Shizuoka (simboli delle varie città), addirittura bandiere che simboleggiano scuole e associazioni, tutte ugualmente piacevoli da vedere per la diversità del design. Se ti ho incuriosito, vale la pena fare una ricerca per dare un’occhiata alle innumerevoli altre bandiere che sventolano sul suolo nipponico. Facci sapere qual è la tua preferita!

Fonti :  tsunagujapan.com / voyapon.com

Vi potrebbe interessare: La Bandiera Giapponese : tutto ciò che devi sapere (Parte 1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.