Bentō : lunch box giapponese per tutti!

obento
Illustrazione di 染町 @somemachi via Twitter

Introduzione

Qualsivoglia appassionato di anime/manga e cultura giapponese avrà certamente fatto caso a quei set per il pranzo (o lunch box) dagli innumerevoli colori, che contengono una svariata combinazione di ingredienti messi insieme secondo un personale schema e con un proprio tocco di decorazioni e toppings. E’ chiamato bentō (obentō お弁当), un conveniente e simpatico contenitore per il pranzo a sacco che i bambini e i ragazzini portano con sé a scuola da consumare all’ora di pranzo ; ma anche per gli adulti, magari nella pausa pranzo dal lavoro o in un lungo viaggio in treno. Per chi non ha voglia di mangiare le solite pietanze come sushi, ramen, eccetera, la bentō box è una soluzione conveniente e deliziosa, non solo per il palato ma anche per gli occhi, si adatta a tutti, grandi e piccoli!

Immaginate questo scenario : terminate le lezioni e vi recate in mensa oppure fuori in giardino con i vostri amici e compagni di classe, pronti per consumare il pranzo ; tutti con le vostre colorate e fantasiose bentō box, curiosi di sapere che cosa i genitori hanno preparato per voi e per i vostri amici, così da condividere le vostre impressioni e magari anche spulciare da qualcun altro XD. Non è fantastico? Si dice che il bentō sia “uno scrigno pieno di amore della famiglia”, poiché ogni famiglia ha un tocco, uno stile unico e differente da quello degli altri, proprio per questo originale.

Vi ho incuriosito? Continuate nella lettura!

bentō
Immagine via Pinterest

Che cos’è il bentou e da cosa è composto?

Come abbiamo già detto, la bentō box è un contenitore monoporzione per il pranzo, solitamente dalla forma rettangolare, e suddiviso al suo interno per contenere diverse piccole pietanze e per mantenerle separate le une dalle altre. Vi si possono trovare carboidrati (quali riso o noodles), proteine (carne o pesce), un assortimento di verdure sottaceto, bollite o cotte ; infine, decorazioni varie per rifinire le composizioni alimentari o come supplementari sapori.

In Giappone, i genitori tradizionalmente preparano i bentō per i loro figli durante i primi anni di scuola, ma alcuni ragazzini li adorano al punto da volerli portare anche alle elementari, medie e qualche volta alle superiori (non così spesso, probabilmente per paura di essere presi in giro dai compagni di classe). Certo, il risultato finale è adorabile, ma immaginate quale laborioso impegno vi sia nella preparazione : non è affatto facile, tant’è che può sembrare scoraggiante, ma come in tutte le cose difficili, ci vuole costante pratica e, soprattutto, tanta pazienza! Ne vale del sorriso dei propri piccoli.

bentō
Immagine via Pinterest

Fun facts

(1) Come avete potuto vedere, il bentō è nato come un pranzo a sacco fatto in casa da portare a scuola, ma col tempo è diventato un simbolo, un mainstream se vogliamo allargarci, della cultura giapponese. Entrano in gioco il concetto di nutrizione bilanciata, versatilità, convenienza, funzionalità e portabilità, tutte ottime qualità per fornire una grande carica di energia a metà giornata.

(2) Parlando di convenienza, il bentō è un pasto significativamente economico rispetto a quando si mangia fuori, e in più completo di tutti i nutrienti.

(3) Ad oggi sembra una cosa comune, ma in passato il bentō era un privilegio disponibile solo per alcune persone : dato che ogni famiglia deteneva le proprie ricette e i segreti annessi, vi era una certa competizione tra famiglie – cosa che succede anche ora tra i giovani che fanno a gara a chi ha il bentō più bello ; inoltre, diveniva quasi un simbolo della famiglia stessa rispetto ad un altra. In seguito, il bentō si è evoluto attraverso secoli e secoli di interpretazioni, continuando a preservare quelle che sono la formalità e l’estetica tipicamente giapponese.

Fotografia scattata da 3j0hn via Flickr

Dove comprare le Bento box?

A questa domanda posso rispondere in due modi.

(1) Se siete in Giappone. La scelta dei punti vendita dove acquistare le bentō box è molteplice :

  • Muji, sicuramente lo conoscete, è un negozio di articoli per casa ma anche di cartoleria o abbigliamento, noto per il design piacevole nella sua semplicità ;
  • Daiso, uno di quei negozietti da 100 yen dove troverete numerose scatole robuste ed elaborate, seppur piuttosto piccole, ma poco importa quando le si può personalizzare secondo i propri gusti. Addirittura vengono vendute delle scatole a più livelli che si incastonano l’una sull’altra, così da inserire più componenti, ma questa è un’idea per i più pretenziosi. L’idea con cui è nato il bentō è che tu possa porzionare in una singola scatola la tua ricetta.
  • Ancora, dimenticavo che puoi trovare bentō box anche alle stazioni dei treni : i viaggiatori si rivolgono a piccoli chioschi ben forniti di bentō box per colore, composizione e ingredienti. A questo proposito, ti allego un video se ti va di approfondire :

Bullet Train Bentos in Japan |DancingBacons

(2) Se non siete in Giappone. Vi consiglio uno shop online italiano che vende bentō box 100% made in Japan, e che vi offre ampia scelta tra modelli, colori, forme e decorazioni. Ovviamente, c’è anche Amazon che offre un vasto assortimento di bentō box. Infine, un’ulteriore soluzione, anche se molto costosa è la seguente : clicca qui

Concluderei con una chicca che ho scovato su Youtube. Non potete non rimanerne impressionati :

These Bento Boxes Are Too Cute to Eat (Almost) | Great Big Story

Non perdetevi la seconda parte, dove vi parlerò della storia del bentō, come sono fatte le scatole e le varie tipologie!

Fonti : Voyapon | JapanObjects | KomeAcademy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.